RIDE BENE CHI RIDE... QUI. Workshop per comici esordienti e emergenti Cinema e Teatro

RIDE BENE CHI RIDE… QUI. Workshop per comici esordienti e emergenti

21, 22, 23 Maggio 2021 a Lucca. Docenti Matteo Cesca, Chiara Spoletini, Vanni Baldini. Se fai ridere gli amici durante le cene, i colleghi nelle ore di lavoro o i compagni a scuola… beato te. Sei molto simpatico ma ciò non significa che tu sia comico. Buster Keaton diceva:«Un simpatico fa cose divertenti, ma il comico fa divertenti le cose».Costruire un’esibizione comica è, apparentemente, la cosa meno divertente che esista. Detto così è agghiacciante, lo sappiamo. Ma far ridere presuppone di immergersi nella realtà che si vive (che spesso non ha nulla di divertente) e trovarne il lato comico.In questo workshop, grazie ad immagini e aneddoti, cenni storici e citazioni, faremo un viaggio nella storia della comicità, anche meno conosciuta o dimenticata, e nella Storia del nostro Paese.Le tre giornate di lavoro, durante le quali saranno sempre presenti tutti e tre i docenti, saranno incentrate sulla scrittura di un pezzo comico e sulla messa in scena dello stesso.Dopo una panoramica sulla Storia della comicità per trovare suggestioni, affinare la tecnica e scovare strumenti utili alla stesura del pezzo e alla costruzione del personaggio, affronteranno i seguenti argomenti:Come comincio a scrivere? Come posso scrivere un pezzo comico che sia adatto a me, che parli di me? Dove trovo le fonti, gli spunti gusti?Ci concentreremo quindi sulla scelta dell’argomento di cui parlare, l’identificazione del personaggio che parla anche se il pezzo è autobiografico, delle sue caratteristiche fisiche, l’analisi del testo, il focus drammaturgico, l’obiettivo dell’attore e del personaggio, l’identificazione del destinatario, del tono e dello stile, l’identificazione del climax e dei ritmi.L’ultimo passo prevede la messa in scena, davanti a un pubblico, del testo prodotto durante i primi giorni di workshop.Alcune ore del workshop saranno dedicare palla “Preparazione al provino di commedia tramite self tape”.È infatti abitudine sempre più consolidata dai casting, (considerato anche il periodo storico che stiamo vivendo), proporre agli attori self tape invece dei provini vis a vis. Ma come si sceglie l’inquadratura? Come si imposta l’illuminazione del set? Che sfondo devo avere dietro le mie spalle? Dove posiziono il mio interlocutore? Come mi vesto e come mi trucco? Una volta girato il self tape, come devo montare il mio video? Cosa devo scrivere in apertura e chiusura di video? Devo scrivere qualcosa?Per un attore che si candida a un provino ancora più importante, prima di tutto questo, sarà riconoscere il genere del film da cui è tratta la scena del provino. Come faccio ad essere sicuro di quello che faccio se mi viene fornito solo lo stralcio di una scena? Se non conosco il titolo del film, la trama o il profilo del personaggio? Speriamo di avervi incuriosito! Ci auguriamo che parteciperete in tanti alla nostra proposta. Noi vi aspettiamo con la pancia piena, pronta a scoppiare di risate, che vogliate fare gli attori, i comici, o semplicemente che vogliate esercitare la vostra empatia, il vostro talento comunicativo.Offriamo massima libertà e in cambio chiediamo massimo entusiasmo.E’ preferibile che ciascun partecipante porti con sé al casting un pezzo brillante scritto di suo pugno, anche brutto.☺

 


Leggi qui per maggiori dettagli.

Scadenza: 30.4.2021

Share Button