Premio 10:26 Arti Visive

Premio 10:26

Ricordare la vita, le passioni e i sogni delle vittime della strage, cercando di riallacciare simbolicamente i fili e i percorsi spezzati quel giorno, e facendoli proseguire attraverso borse di studio e ricerca per giovani fino a 26 anni.

È questo l’obiettivo del Premio 10:26, istituito da Bottega Finzioni con il patrocinio dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage di Bologna del 2 agosto 1980 e il sostegno di Gruppo CER GAS, Orteco Srl e Eurotre Srl, la cui presentazione si è tenuta lo scorso 26 luglio a Bologna, alla presenza di Paolo Bolognesi, Presidente dell’Associazione 2 agosto 1980, Michele Cogo, Direttore di Bottega Finzioni, Antonella Beccaria, Giornalista e Responsabile Didattica di Bottega Finzioni, e Alberto Paleari, amministratore del Gruppo CER GAS.L’iniziativa– il cui titolo fa ripartire idealmente le lancette dell’orologio della stazione di Bologna, ferme alle 10:25 del 2 agosto di quarant’anni fa – mira a premiare progetti di ricerca in ambito culturale, scientifico e artistico con una Borsa di studio del valore di 3.000 euro, più 10 premi in buoni da 250 euro.

L’ambito disciplinare per i progetti di ricerca sarà indicato di anno in anno da parte di Bottega Finzioni e Associazione 2 agosto 1980, che individueranno congiuntamente una commissione costituita da membri esperti della materia selezionata.

L’ambito disciplinare di quest’anno riguarda la storia dell’arte e le produzioni nell’ambito delle arti visive. La Commissione di valutazione, composta da Davide Domenici (Antropologo e Archeologo), Elena Pirazzoli (Storica) e Francesca Tancini (Storica dell’Arte), selezionerà il progetto ritenuto più originale e significativo tra tutti quelli inviati.

Leggi qui per maggiori dettagli.

Scadenza: 25.4.2021

Share Button