CALL FOR ARTISTS: #CONTEMPORARYLOVE - THE ROOM EXHIBITION Archivio

CALL FOR ARTISTS: #CONTEMPORARYLOVE – THE ROOM EXHIBITION

CALL FOR ARTISTS: #CONTEMPORARYLOVE - THE ROOM EXHIBITION

Bauhaus Home Gallery Spazio espositivo
Rome Art Week
Open Gallery Biennale MArte Live 2019

seleziona artisti per la prossima mostra #CONTEMPORARYLOVE del ciclo The Room Exhibition. La mostra collettiva vuole essere una retrospettiva che indaga le diverse forme di amore attraverso il linguaggio dell’ arte. #CONTEMPORARYLOVE

 

DISCIPLINE ARTISTICHE:

PITTURA – (UN’ OPERA – Max 2,00 x 2,00; DUE Opere max 1,00 x 1,00; TRE opere 0,50 x o,50)

I. Sez. Astratto
II. Sez. Figurativo POP
III. Sez. Paesaggistica
IV. Sez. Falso d’ autore

SCULTURA UN’ OPERA – DIMENSIONI LIBERE
FOTOGRAFIA (Un progetto fotografico – composto da due o più fotografie)

Video Art

PERIODO ESPOSITIVO: 22Febbraio /29 Febbraio 2020
PRE SELEZIONE GRATUITA: Inviare foto Opere, Cv artistico alla mail

ilaria.giacobbi@27ruedefleurus.it

Curatore Ilaria Giacobbi
Deadline 15.02.2020
Destinatari Regolamento e modalità di partecipazione

Alle selezioni possono partecipare artisti di qualsiasi nazionalità, purché maggiorenni, operanti nelle discipline artistiche indicate

Tematica: le diverse forme dell’ amore. 
Come partecipare
Gli artisti interessati dovranno inviare esclusivamente una mail a: ilaria.giacobbi@27ruedefleurus.it
con le seguenti indicazioni:

Fase preselettiva gratuita: 
- una breve biografia 

- portfolio opere 

- i loro contatti di riferimento (mail e recapito telefonico)

 

Gli artisti selezionati riceveranno comunicazione a mezzo mail e potranno perfezionare l’ iscrizione con il versamento del contributo di autosovvenzionamento di 60,00€ a copertura dei servizi offerti:

Servizi Offerti:
- Esposizione, Vernissage
• – locandine dell’evento
• – allestimento/disallestimento della mostra
• – servizio fotografico e video della giornata di inaugurazione
• – inviti e comunicazione alla nostra mailing list
• – assistenza alla vendita continua per tutti i giorni della mostra da parte del proprio personale
• – diffusione a mezzo piattaforme social
• – ufficio stampa, flyer pubblicitari dell’evento con nominativi artisti e foto delle principali opere in esposizione

Il progetto artistico curato da Ilaria Giacobbi, improntato volutamente sull’ ambiguità, colloca le opere d’ arte di artisti contemporanei all’ interno delle mura domestiche esaltandone il rapporto dialettico con lo spettatore/fruitore che ora vede l’ opera d’ arte sdoganata dagli Spazi Istituzionali per essere vissuta nella quotidianità.
La collettiva, strutturata come “un’esposizione nell’esposizione”, nel titolo The Room Exhibition il suo contenuto: le creazioni artistiche vengono collocate in ogni stanza, suddivise per stile, corrente o tematica con un allestimento che non altera lo spazio domestico ma con l’ opera d’ ARTE dialoga: un percorso espositivo in una casa/atelier dove i complenti di arredo e design possono essere desunti dalle opere stesse; ma anche un’ esperienza artistica sensoriale che si palesa attraverso la VIDEO ART: con l’ impiego di monitor, video in loop delle opere, immagini bloccate e impresse dagli artisti sulla tela, si pongono speculari all’ opposto ora in movimento.
Le opere, si collocano nell’ esposizione totale in rapporto dialettico grazie all’ allestimento che ne esalta il valore contenutistico.
Lo spazio espositivo, che nel nome omaggia la celebre scuola e movimento tedesco da cui trae ispirazione (nel termine Bauhaus si coniugano il concetto del costruire e quella della casa intesa come metafora dell’ attività costruttiva), è una “casa” che accoglie le arti in sinergia; un luogo d’ elezione dove si va a ricreare una Factory, una vera e propria palestra di creatività, animata da Artisti ed esperti d’ arte, officina dove tutti sono mossi da un intento comune, l’ Arte in divenire, riflesso/manifesto di ogni epoca.

Ubicata nel celebre e storico quartiere del Pigneto, a pochi passi dalla Stazione Termini, triangolo di strade dal fascino retrò tra la via Prenestina e la via Casilina dove brandelli di storia imperiale convivono con una romanità in continua trasformazione.”
Il Pigneto è la combinazione vincente di due contrapposte e spiccate personalità, quella diurna rappresentativa del caratteristico animo Romanesco, e quella notturna simbolo di una recente e ricercata realtà della movida Romana.
Il Pigneto è il quartiere di ‘Accattone’ e di Pier Paolo Pasolini, oltre che il set di altre grandi pellicole come “Roma città aperta” di Roberto Rossellini con Anna Magnani e Aldo Fabrizi.
Oggi fulcro dell’Urban Art romana, un quartiere che trasuda energia 24 ore su 24.”

L’ Arte esce dalle Gallerie Istituzionali per essere vissuta nella quotidianità

 


Leggi qui per maggiori dettagli.

Scadenza: 15.2.2020

Share Button