1° SIMPOSIO INTERNAZIONALE  DI MODELLATO E FORMATURA IN GESSO/ 1st INTERNATIONAL SYMPOSIUM  MODELING AND PLASTER MOLD CASTING Archivio

1° SIMPOSIO INTERNAZIONALE DI MODELLATO E FORMATURA IN GESSO/ 1st INTERNATIONAL SYMPOSIUM MODELING AND PLASTER MOLD CASTING

PREMESSE

La Gipsoteca di Bistagno è una straordinaria raccolta di monumentali modelli originali in gesso del noto scultore Giulio Monteverde che nacque a Bistagno l’8 ottobre del 1837.

Monteverde studiò a Genova e si trasferì definitivamente a Roma, dove pose le basi di un’intensa carriera costellata di prestigiose committenze, grandi successi e riconoscimenti internazionali. Morì il 3 ottobre del 1917, nutrendo il desiderio che a Genova potesse sorgere un museo dedicato alla propria carriera scultorea.

Tutti i modelli in gesso del Monteverde furono quindi trasferiti da Roma a Genova dove, tuttavia, non si riuscirono a realizzare le condizioni necessarie alla costituzione di un museo monografico. Le opere passarono quindi a Bistagno, dove nel 2001 fu inaugurata la Gipsoteca monteverdiana.

Negli ultimi anni le scelte museologiche della Gipsoteca si stanno concentrando, in particolare, sul proposito di svelare gli aspetti meno noti delle tecniche scultoree tradizionali.

Friabile, morbido e leggero il gesso consente allo scultore – attraverso complesse operazioni di calco – di trarre una copia fedelissima della prima modellazione in argilla, per poi divenire modello per le successive trasposizioni in materiali durevoli, quali il marmo e il bronzo. E’ un materiale transitorio, quindi, ma nel contempo capace, meglio di ogni altro, di conservare l’impronta originaria dell’abilità e della genialità dell’artista.

La sua transitorierà e la sua fragilità sono state gravemente penalizzanti in ambito conservativo, determinando numerosi casi di distruzione o dispersione di importanti collezioni artistiche.

Con le proprie attività istituzionali la Gipsoteca di Bistagno vuole contribuire a far conoscere meglio questo importante materiale scultoreo, espressivo e affascinante, nel contempo fragile e resistente, provvisorio e originario.

IL SIMPOSIO

In omaggio al tematismo della Gipsoteca, i materiali protagonisti del simposio non saranno quindi la pietra, il marmo o il legno – come accade usualmente – ma l’argilla per il modellato e il gesso per la formatura.

In linea con la forte vocazione didattica del museo e con le consuetudini del Monteverde (che invitava i suoi più selezionati referenti ad assistere pubblicamente al trasferimento in gesso dei modelli in creta) le fasi del simposio saranno aperte al pubblico.

PARTECIPAZIONE

La partecipazione è aperta a un massimo di 4 artisti maggiorenni. L’iscrizione è aperta a scultori di ogni nazionalità, senza limite d’età, in possesso di diploma o altro titolo di indirizzo artistico o studenti presso gli Istituti d’Arte o le Accademie, oppure ad artisti che abbiano già partecipato ad altri concorsi, simposi o rassegne di scultura contemporanea. In caso di studenti, sarà necessaria la dichiarazione di frequenza da parte dell’istituto di appartenenza.

CANDIDATURA

Gli artisti interessati a partecipare al concorso sono tenuti a presentare (esclusivamente con spedizione all’indirizzo email della Gipsoteca info@gipsotecamonteverde.it):

- Curriculum Vitae;

- 3 esempi di proprie opere modellate in creta e formate in gesso o in altri materiali durevoli;

- gli schizzi dell’opera che intendono proporre e il concept progettuale, unitamente all’indicazione della quantità di argilla e gesso stimata per la realizzazione dell’opera, nonché dell’esigenza di ferri, legni, fil di ferro, juta per l’armatura.

Il termine ultimo per la presentazione della candidatura è domenica 22 aprile 2018.

Le candidature saranno valutate da una giuria competente, che selezionerà i 4 partecipanti.

LE OPERE

Le opere, che dovranno obbligatoriamente essere realizzate direttamente dagli artisti, potranno essere a tutto tondo o in basso rilievo: il limite di dimensioni degli elaborati è fissato nelle misure di 1m x 1m x 1m.

I MATERIALI

I materiali messi a disposizione dei partecipanti saranno saranno argilla, gesso, ferri, legni, fil di ferro, juta per l’armatura, secondo le indicazioni segnalate dagli stessi in fase di candidatura.

Gli artisti saranno altresì invitati a portare con sé la propria “cassetta degli attrezzi” in maniera tale da poter disporre degli strumenti più consoni al proprio metodo di lavoro, quali mirette, stecche, coppette per il gesso, spatole.

SVOLGIMENTO DEL SIMPOSIO

La durata del simposio è stabilita in 7 giorni, dalla mattina di lunedì 28 maggio alla mattina di domenica 3 giugno. Gli artisti selezionati dovranno realizzare un’opera modellata in argilla e procedere alla formatura in gesso della stessa secondo le tecniche tradizionali. Saranno forniti (oltre ai materiali, su cui si veda la voce precedente) cavalletti da scultura, tavoli e sgabelli; attacco a presa di energia elettrica ed acqua.

IL LUOGO DEL SIMPOSIO

L’area di lavoro sarà all’aperto, nel cortile della Gipsoteca di Bistagno, con possibilità di ricovero temporaneo presso la sala cinema/conferenze e il laboratorio didattico del museo. Gli artisti dovrebbero essere preparati per cambiamenti di tempo come pioggia improvvisa o ondate di caldo.

PREMIAZIONE

Gli artisti riceveranno un compenso di 500€ a titolo di rimborso ed è previsto un ulteriore premio di 400€ per l’opera che verrà giudicata migliore. Il comune di Bistagno si riserva la proprietà delle opere realizzate durante il simposio.

L’ACCOGLIENZA

L’alloggio e il vitto saranno offerti dagli organizzatori, coinvolgendo la popolazione o le imprese del territorio, mentre il viaggio di andata e ritorno dovrà essere organizzato autonomamente dai partecipanti e sarà a loro carico.

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA

Il programma prevede un primo momento di accoglienza e visita al museo, oltre che di introduzione agli spazi di lavoro e di soggiorno. Saranno altresì organizzate, nel corso della settimana, alcune occasioni di condivisione, presentazione e visite a siti culturali di interesse artistico.

La premiazione avverrà nel pomeriggio della domenica conclusiva.

Maggiori dettagli verranno comunicati sul sito internet del Museo e sulla relativa pagina fb.

 

English version

PREMISES

The Gipsoteca di Bistagno is an extraordinary collection of original monumental plaster casts by the famous sculptor Giulio Monteverde who was born in Bistagno on 8 October 1837.

Monteverde studied in Genoa and moved permanently to Rome, where he began an intense career full of prestigious commissions, great achievements and international awards. He died on 3 October 1917, hoping that a museum dedicated to his sculptural career could be built in Genoa.

All the plaster models of Monteverde were then transferred from Rome to Genoa, where, however, the conditions necessary for the constitution of a monographic museum were lacking. The works were then moved to Bistagno, where in 2001 the Gipsoteca was inaugurated.

In the last few years, the museological choices of the Gipsoteca are focused, mostly, on revealing the little known aspects of traditional sculptural techniques.

Friable, soft and light, the plaster provides the sculptor – through complex molding operations – with a very detailed copy of the initial clay model which then becomes a model for future transpositions into more durable materials, such as marble or bronze. It is therefore a transitory material, yet at the same time it is the material that better than any other, holds the original imprint of the artist’s ability and genius.

It’s transience and fragility have been severely penalizing for conservation, resulting in many cases of destruction or dispersal of important artistic collections.

With it’s institutional activities, the Gipsoteca of Bistagno wants to contribute by making known this important sculptural material, both expressive and fascinating, fragile and resistant, provisional and original.

THE SYMPOSIUM

As a tribute to the theme of the Gipsoteca, the main materials of the symposium will therefore not be stone, marble or wood – as usually happens – but clay for modeling and gypsum for casting.

In line with the strong educational vocation of the museum and with the customs of Monteverde (who often invited a selection of people to publicly assist in the transfer of clay models to plaster) the symposium’s phases will be open to the public.

PARTICIPATION

Participation is open to a maximum of 4 adult artists. The registration is open to sculptors of all nationalities, without age limit, holding a diploma or other artistic degree, or students of Art Institutes or Academies, or to artists who have already participated in other competitions, symposia or exhibitions of contemporary sculpture. In the case of students, a declaration of attendance by the home institution will be required.

CANDIDACY

Artists interested in participating in the competition are required to submit (with an email to info@gipsotecamonteverde.it):

- Curriculum vitae;

- Three examples of their works modeled in clay and made of plaster or other durable materials;

- the sketches of the work they intend to propose and the design concept, with the indication of the quantity of clay and plaster estimated for the realization of the work, as well as the need for irons, woods, wire, jute for the supporting structure.

The deadline for the application is on April the 22nd.

Applications will be evaluated by a competent jury, who will select the four participants.

THE WORKS

The works, which must be performed directly by the artists, can be all-round or in low relief: the limit of the size of the works is fixed in the measures of 1x1x1m.

THE MATERIALS

The materials made available to the participants will be clay, gypsum, iron, wood, wire, jute for the supporting structure, according to the indications given by the candidates in the application.

The artists will also be invited to bring their own “toolbox” to be able to use the most appropriate tools for their work method, such as wires, modeling tools, cups for plaster, spatulas, etc.

SYMPOSIUM COURSE

The duration of the symposium is 7 days, from the morning of Monday 28 May to the morning of Sunday 3 June. The selected artists will have to create a work modeled in clay and proceed to the plaster cast according to traditional techniques. In addition to the materials (see previous item) they will be provided with: sculpture stands, tables and stools; electricity and water.

THE PLACE OF THE SYMPOSIUM

The work area will be outdoors, in the courtyard of the Gipsoteca, with the possibility of temporary shelter in the cinema/conference hall and in museum’s educational workshop. Artists should be prepared for weather changes such as sudden rain or heat waves.

AWARD CEREMONY

The artists will receive a fee of € 500 as a refund and there will be an additional € 400 prize for the winning piece. The municipality of Bistagno reserves the ownership of the works carried out during the symposium.

THE RECEPTION

Accommodation and meals will be offered by the organizers, involving the population or local businesses, while the return trip will have to be organized independently by the participants and will be their own responsibility.

SCHEDULE OF THE WEEK

The program includes a first reception and a visit to the museum, as well as an introduction to the work and living spaces. In the course of the week, a few occasions for sharing, presentation and visits to cultural sites of artistic interest will also be organized.

The award ceremony will take place on the afternoon of the final Sunday.

Further details will be communicated on the Museum’s website and on the related page fb.

Leggi qui per maggiori dettagli.

Scadenza: 22.4.2018

Share Button